domenica 16 settembre 2012

Il Dolce della Domenica: Pesche (Old Style)




Questo è uno dei dolci della mia infanzia. Nel senso che è cosi laborioso che mia madre son ormai molti anni che ha desistito di proporcelo. Trattasi di un biscotto di frolla farcito con crema pasticcera bianca e al cacao, bagnato nell'alchermes e passato nello zucchero semolato. Si, una bomba. Ma buonissimo! E bellissimo a vedersi...anzi, se desideraste un colore ancora più intenso invece di utilizzare la bagna all'Alchermes, come nel mio caso, inzuppatele nel liquore vero e proprio in modo da renderle maggiormente rosa. E siccome nei miei ricordi di bambina non esistevano robine tipo silicone, teflon, ecc... ho deciso di realizzarli utilizzando la tecnica di mia madre: i gusci di noce. Tagliati a metà, lavati accuratamente e chiusi in un sacchetto proprio allo scopo di realizzare questi dolcini. Che, vi ripeto, son da provare!

Ingredienti

Per la pasta biscotto
  • Zucchero 200 gr
  • Uova 4
  • Burro 240 gr
  • Lievito 1 bustina
  • Latte 240 ml
  • Buccia grattuggiata di 1 limone
  • Farina quanta ne richiede l'impasto

Per farcire
  • Crema pasticcera classica e al cioccolato
Per decorare
  • Bagna all'Alchermes (o in alternativa Liquore Alchermes)
  • Zucchero semolato q.b
  • Foglie di mandarino


Preparazione

Sciogliere, in una casseruola, lo zucchero con il burro. Versare il composto in un recipiente ed aggiungere le uova, la buccia di limone e il latte, mescolando per amalgamare bene ed evitare la formazione di grumi. Aggiungere, a poco a poco, la farina mescolata al lievito finchè non otterremo un impasto morbido e facilmente lavorabile con le mani. La consistenza dovrà essere quella della pasta da pane o da pizza. A questo punto formiamo delle palline di pasta (come se stessimo facendo delle polpette) appiattiamole  tra le mani creando un disco spesso circa mezzo centimetro, e avvolgiamo il guscio di noce, precedentemente unto con del burro o pochissimo olio d'oliva, disponendo i dolci ben distanziati su una teglia rivestita di carta forno, in modo che la parte cava del guscio sia a contatto con la teglia.





Questo serve a far si che, cuocendo, si formi un incavo nel biscotto dentro al quale disporre la crema. Se non doveste avere i gusci di noce potete utilizzare uno stampo di questo tipo rivestendo le formine con un disco sottile di pasta


Questo stampo è prodotto da Silkomart


A questo punto inforniamo a 180° a forno statico finchè i dolci non diventano dorati, ci vorranno circa 20 minuti. Una volta cotti estraiamo via il guscio di noce finchè sono tiepidi, aiutandoci con un coltellino e facendo attenzione a non danneggiare il biscotto. Otterremo questo


Prima di farcire i biscotti vi consiglio di "appaiare" i gusci, ossia verificare quali combacino perfettamente ponendoli vicini. Una metà del biscotto andrà farcita con la crema pasticcera al cacao, l'altra con la versione classica. Altro trucchetto: sporcate leggermente anche i bordi del biscotto in modo che la crema faccia un pò da colla e vi aiuti a tener ferme le due metà.




Per concludere prendiamo le nostre pesche, bagnamole nell'Alchermes e facciamole rotolare nello zucchero semolato, completando la decorazione con una fogliolina di mandarino.






Dunque, ricapitolando: un pò laboriosi, è vero...ma che bontà!

Buona Domenica e a presto

- Noemi -






6 commenti:

  1. Ma che bel dolcetto goloso e bello da vedere!

    RispondiElimina
  2. Noemi mi piace tanto questa ricetta!!! Grazie ;o))))

    hugz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E di che ;) fammi sapere se la provi! A presto ^^

      Elimina
  3. Mmmm che delizia,bravissima sono davvero belle,qualche volta provero' la tua ricetta,mi aggiungo ai tuoi lettori (le cose belle della vita)

    RispondiElimina
  4. grazie della ricetta, questa la voglio provare :) le adoravo da piccola :)
    bravissima!

    RispondiElimina

Le tue opinioni sono preziose! Per cui ti ringrazio per il commento che vorrai lasciare, ti risponderò pubblicamente o via mail il prima possibile.