venerdì 23 novembre 2012

Mezzelune con Melanzane Fumè





A volte è bello sperimentare. Provare ingredienti esotici, particolari, magari provenienti da altre culture gastronomiche, da luoghi distanti centinaia di km da quello in cui viviamo o siamo cresciuti. Io, personalmente, non mi tiro indietro di fronte a niente. Passo, con tranquillità, dal cous-cous al sashimi, dalla piadina alla paella, accogliendo ogni sapore, odore, consistenza con lo stesso entusiasmo. Delle volte scopro ingredienti di cui mi innamoro perdutamente (vedi il curry n.d.r), delle altre rimango profondamente delusa (vedi le ostriche n.d.r). E poi, a furia di provare piatti nuovi, capita che ci si improvvisi "scienziati" in cucina mescolando non soltanto ricette e procedure ma anche ingredienti base e aromi. Capita che certi abbinamenti si rivelino particolarmente felici, e in tal caso l'esperimento viene diligentemente trascritto su un quadernino per essere riutilizzato in futuro, e capiti anche che venga fuori un disastro. Il piatto, messo alla gogna, verrà piluccato con resistenza stoica da mio zio e mio padre prima che mia madre, indicandomi una ventina di modi diversi in cui avrei potuto impiegar meglio il mio tempo e quei prodotti, lo spedisca nella pattumiera. 
Divagazioni a parte...è bello, sperimentare. Però...però...ci sono dei momenti in cui avverto, fortissimo, il bisogno delle cose semplici. Dei sapori schietti, senza fronzoli, di quei piatti che sono buoni perchè la materia prima, è buona. Oggi, tanto per abbassare un pò il livello di zuccheri del blog, vi propongo delle mezzelune farcite la cui forza, per l'appunto, sta proprio nella loro essenzialità, nella semplicità. E nella facile reperibilità degli ingredienti.

Ingredienti per 5 persone
  • 300 grammi di farina
  • 4 uova
  • 3 melanzane
  • 250 ml di pelati
  • 1 provoletta affumicata
  • basilico fresco
  • 1 cipolla e mezza
  • olio, sale, parmigiano grattuggiato q.b



Preparazione
Tagliate le melanzane, private del torsolo e con tutta la buccia, a piccoli dadini, mettetele sotto sale con sopra un peso per circa un'oretta in modo da far perdere l'oro l'acqua di vegetazione. Strizzatele e fatele rosolare in padella assieme a tre cucchiai d'olio d'oliva ed alla cipolla finemente tritata. A metà cottura aggiungete la salsa di pomodoro. Dovete ottenere un sugo piuttosto denso, compatto. A cottura ultimata togliete dal fuoco e lasciate raffreddare, regolando di sale e insaporendo con due - tre cucchiai di parmigiano grattugiato.
Su un piano di legno o direttamente sul tavolo facciamo una fontana con la farina, versiamo al centro le uova e dopo averle sbattute con una forchetta iniziamo ad impastare. Con la mano a coppa tiriamo, verso il centro, la farina disposta tutto intorno. Nel caso doveste accorgervi che l'impasto è un pò troppo "secco" e che tende a sbriciolarsi potete aggiungere un uovo alla volta fino ad ottenere ottenere un panetto morbido e ben amalgamato. Tiriamo una sfoglia molto sottile, ricaviamone dei cerchietti utilizzando un bicchiere e farciamo con un cucchiaino di melanzane e un cubetto di provola. Richiudiamo, come fossero dei ravioli, premendo bene lungo i bordi per sigillare il ripieno.
Prepariamo il sugo per condire la pasta facendo rosolare , in qualche cucchiaio d'olio, la mezza cipolla. Aggiungiamo i pelati e abbassiamo il fuoco al minimo, lasciando cuocere dolcemente. Lessiamo le mezzelune in abbondante acqua salata mantenendo la cottura al dente, e condiamo con il sughetto preparato, un filo d'olio a crudo, una spolverata di parmigiano e qualche fogliolina di basilico fresca.




In realtà il ripieno era più abbondante. Ma, poco prima di scattare, qualcuno ha pensato di "accertarsi" che il ripieno fosse ben cotto. Rubandone un pezzetto.
Ripeto: la forza di questo piatto sta nella purezza dei suoi ingredienti.
 Pelati fatti in casa, melanzane dell'orto, olio d'oliva spremuto a freddo, basilico fresco profumatissimo
Semplice, facile, e gustoso!

A presto

- Noemi -



2 commenti:

  1. Mi hai fatto venire fame solo a guardarli!! Buonissimi!!!

    RispondiElimina

Le tue opinioni sono preziose! Per cui ti ringrazio per il commento che vorrai lasciare, ti risponderò pubblicamente o via mail il prima possibile.